Menu pricipale

PROTOCOLLO  DI  RETE

LABORATORIO  REGIONALE  DI  DIDATTICA  DELLA BIOETICA

Visto il Protocollo d’Intesa tra MPI e Comitato Nazionale di Bioetica del 6/10/’99

Visto la direttiva Ministeriale n° 292 del 3/12/’99

Visto l’art. 7 del DPR n° 275 del 08/03/’99

Si conviene e si stipula quanto segue:

  • realizzare un nuovo accordo di rete tra scuole statali e non statali, di ogni ordine e grado, per creare, confrontare ed integrare modelli e percorsi formativi rivolti ad allievi, docenti, genitori nell’ambito delle problematiche connesse alla bioetica, all’uso delle biotecnologie secondo le esigenze delle diverse fasce scolastiche e nell’ottica dell’integrazione dei saperi
  • promuovere la conoscenza delle principali tematiche che si inseriscono nell’area bioetica, garantendo il pluralismo della ricerca e della documentazione nel pieno rispetto della vita, dei diritti, dell’identità e della dignità di ogni persona umana a qualsiasi razza, popolo, religione, condizione o status appartenga
  • favorire l’educazione alla convivenza civile, alla salvaguardia dell’ambiente, alla ricerca scientifica, alla cittadinanza europea, all’accettazione degli altri
  • aiutare la riflessione su tematiche condivise attraverso forme di interrelazioni: incontri in presenza, scambi di materiali sia cartacei che per trasmissione multimediale
  • intervenire nelle seguenti aree:         

- bioetica e diritto

- bioetica ed educazione alla salute

- bioetica ed ambiente

- bioetica e comunicazione

- bioetica e clinica

- bioetica e ricerca scientifica

- bioetica  e convivenza civile

Soggetti  promotori

- Scuole inserite nel progetto di rete (elenco in allegato)

- IEB  -  Istituto Europeo di Bioetica

- BIEVOL  - Associazione  Bioetica Europa e Volontariato

- Centro Servizi per il Volontariato (VSSP) di Torino

- Sportello Scuola & Volontariato

Organizzazione

- l’adesione alla rete prevede l’approvazione del Protocollo d’Intesa da parte del Consiglio d’Istituto delle singole scuole aderenti.

- l’accordo si intende tacitamente rinnovato annualmente in mancanza di una specifica comunicazione scritta

- i soggetti promotori individuano un Istituto capofila

- il coordinamento amministrativo è a carico del Dirigente scolastico della scuola capofila e, in collaborazione con i soggetti promotori, l’organizzazione delle attività didattiche, la scelta delle tematiche annuali ed il piano di lavoro del gruppo di studio

- si prevede la costituzione di un comitato tecnico scientifico ed un gruppo di studio formato da insegnanti delle scuole della rete e da rappresentanti dei soggetti promotori

- il Protocollo d’Intesa può essere modificato nelle sue parti, mantenendo le linee programmatiche, su espressa richiesta delle singole istituzioni scolastiche o dei soggetti promotori e , in tal caso, deve essere sottoposto all’approvazione di tutte le scuole aderenti e dei soggetti promotori

Aree di Intervento:

- ricerca didattica sulle modalità di approccio alle problematiche citate, anche con riguardo ad eventuali proposte avanzate alle scuole da enti e soggetti esterni

- introduzione alle questioni  afferenti la bioetica e le problematiche connesse all’uso delle biotecnologie, nelle aree disciplinari pertinenti

- formazione del personale della scuola di ogni ordine e grado sulle modalità di inserimento delle questioni di bioetica nelle attività di studio

- produzione di materiale per la formazione a distanza dei docenti

- elaborazione di materiali didattici da utilizzare in classe secondo le esigenze delle diverse fasce scolastiche e nell’ottica dell’integrazione dei saperi

Finalità:

il Laboratorio si propone non soltanto di promuovere la conoscenza delle principali tematiche negli ambiti su indicati, ma intende anche “socializzare” le esperienze già effettuate onde diffondere una nuova cultura trasversale che coniughi il sapere scientifico con i risvolti etici, giuridici e sociali.

Modalità di attuazione:

- produzione di percorsi formativi e didattici

Joomla25 Appliance - Powered by TurnKey Linux